promozione 5°andata

promozione 5°andata

GS Ravina – Gardolo: 58 – 70

dmanuel.jpg A stretto giro di posta arriva la seconda vittoria. E’ l’inedita coppia Pozzer-Zanetti (tutti si chiedono: ma i refertisti son così o li preparano con un corso?!) ad inaugurare in tandem la serie di furti e rapine, alcune con scasso e davvero poco ortodosse, che portano a recuperar valanghe di palloni in tutta la partita. Alcuni si trasformano in conclusioni deliziose, degne di esser catalogate tra il “abbiam giocato un bel basket”, tutti gli altri provocano impetuosi travasi di bile che coach Oronzo Manuel Canà (a sinistra) tenta di tamponare con quintalate de pan vecio pronto per far canederli.

Primi due quarti in linea di galleggiamento, si prova più volte a scappar via ma la cronica difficoltà a rimbalzo e la scarsa lucidità in attacco puntualmente permettono agli avversari di riavvicinarsi. Come spesso succede, a minuti di buona intensità difensiva accompagnata da intelligenza offensiva subentrano periodi di cortocircuito in cui si concede di tutto, rimbalzi in primis. Da questo punto di vista urge che dall’infermeria qualcuno la pianti di sollazzarsi con le assistenti e acquisti finalmente il biglietto di ritorno. Quanto ci manca il Mastro Birraio di Thiene che con i suoi chili e centrimetri seminava il panico in area!

Alla sirena lunga il vantaggio è ridotto all’osso: 29-31, dopo esser stati avanti anche di otto punti e con almeno cinque conclusioni facilifacili gettate alle ortiche. A trainare la carretta è Luca DalSpiaz in coppia con Max Sovilla. Il primo è una presenza solida, concreta e costante in ogni minuto giocato. Stoppa, agguanta rimbalzi e segna con continuità. Il secondo contrasta bene la difesa a zona avversaria segnando da ogni posizione. E’ lui a fare la differenza nei momenti di difficoltà, 3 pilloloni caldi dall’arco dei 6.25, tiri da fuori e in traffico. Negli ultimi 5min di partita, quando sul +16 si cominciava forse a pensare alla doccia, si preoccupa di togliere le castagne dal fuoco e, trasformantosi in SanSovilla, argina il tentativo di rientro del Ravina. Nella processione ai tiri liberi ne piazza 5 e assieme all’altro Compagno di Merende salvano le coronarie ai cardiopatici. A ruota li segue il buon Michael che firma 12 punti uno più bello dell’altro, con due svitamenti da fuori incantevoli. Meriterebbe un bel 10 non fosse per le sonore ronzegate in difesa e a rimbalzo che han tenuto sveglio il vicinato per tutta la sera e disturbato il pubblico dell’antistante Auditorium. Quindi voto 7.

Tra gli aspetti positivi sicuramente la vittoria, l’aver confermato che la squadra è viva e reattiva nonché i neoarrivi a sostegno dei giocatori tra il pubblico femminile (ciao Miki!). Rimane da lavorare, molto, sulla continuità in difesa e la gestione dei palloni in attacco. Il panico che ha colto molti portatori di palla sul pressing avversario và superato in fretta. Ma il campionato è ancora lungo…

Intanto, passo la fascia e la prossima partita me la guarderò su Al Jazeera sorseggiando cocktail con i piedi in ammollo, sperando che la squadra mostri il solito carattere combattivo che la contraddistingue, vendendo cara la pelle dell’orsa(cchiottone). Non deludetemi raga.

One thought on “promozione 5°andata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *