Intervista al presidente

Intervista al presidente

franco.jpgFranco Gozzer è presidente del Basket Club Gardolo 2000 da otto anni. All’avvio della stagione agonistica 2008-’09, ultimo anno del trienno del mandato, fa il punto sulla situazione societaria.
Presidente, cominciamo da una valutazione della scorsa stagione agonistica, una stagione storica per il club, con la prima partecipazione al campionato C2.
“Le aspettative ad inizio stagione 2007-’08, dopo aver vinto due campionati, non erano quelle di puntare a chissà che risultati, ma di disputare una campionato dando il meglio. Abbiamo pensato di giocarcela, rafforzando la prima squadra con innesti esterni, senza con ciò snaturare l’ossatura del team. In realtà, le partecipanti al campionato triveneto avevano più esperienza ed energie e pure quel pizzico di malizia che in più di un’occasione ha fatto la differenza in campo. Archiviamo l’annata con il ritorno in serie D, forti però di un’esperienza che ci ha fatto crescere e che servirà, speriamo, per una prossima occasione”.E le giovanili?
“Le giovanili, nel pensiero del direttivo, sono sempre state, e sempre lo saranno, il settore cui teniamo maggiormente: la mission della società è infatti quella di offrire ai ragazzi occasioni di sport sano e di incontro positivo con i coetanei e con gli adulti. E’ proseguito il progetto di avere una squadra per annata, con la partecipazione ai relativi campionati, una continuità di atleti in palestra e i risultati sportivi in linea con le aspettative”.
Il club ha organizzato anche quest’anno alcuni momenti di incontro extrasportivi. Saranno riproposti?
“Impossibile pensare altrimenti. La festa di Natale del minibasket, gli incontri “goderecci” con gli allenatori, la festa di fine annata, che è stata molto partecipata, sono dei punti fermi, tanto quanto l’impegno sportivo. Sono momenti irrinunciabili che completano la proposta sociale del Basket Club Gardolo”.
Ed eccoci di nuovo in campo per la nuova stagione 2008-’09. Quali sono le novità?
“Registriamo, innanzi tutto, il consolidarsi di una tendenza che già si era manifestata l’anno scorso: l’impegno degli allenatori a mettersi in discussione fra di loro per formulare nuove proposte e migliorare lo stare in palestra, sia sotto il profilo della prepazione tecnica che educativo. E a fare tutto questo con una collaborazione costante tra di loro, considerati gli obiettivi comuni. Pur essendo agli inizi della stagione, percepiamo già nei ragazzi la voglia di mettersi in gioco e di dare il massimo. Con queste premesse, la stagione potrà dare tante soddisfazioni sia agli allenatori che agli atleti”.
E per quanto riguarda i “cuccioli” del minibasket?
“L’attenta guida degli istruttori del settore minibasket ci fa stare tranquilli. I numeri degli iscritti sono confortanti come nelle ultime stagioni. E’ il segno della maturità raggiunta nella proposta sportivo-formativa che il nostro centro minibasket ha consolidato”.

(a cura della redazione del giornalino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *