PROMOZIONE – Seconda fase

C’era una volta una squadra che vinceva, che giocava con intelligenza in attacco e aggressività in difesa, che aveva polmoni buoni e che nei tiri liberi viaggiava a medie più che accettabili. Ma adesso non c’è più.
Due sconfitte nelle ultime due partite, sciupando in entrambe il tiro della vittoria, non fanno altro che confermare la nostra cronica difficoltà nei momenti decisivi del match. Era già successo al ritorno con Ravina e ci eravamo promessi di aver imparato la lezione: così non è stato.
La prima partita del girone finale la giochiamo in casa contro Arco; fin dall’inizio sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, per questo partiamo subito concentrati e aggressivi. Lo scontro si mantiene punto a punto per l’intera durata e tutto si decide nell’ultimo minuto di gioco. Siamo sotto di 1 punto con palla agli avversari, i quali fanno girare il gioco in modo da cercare un tiro facile, ma la nostra difesa asfissiante non da loro tregua, e infatti sbagliano il tiro del possibile KO. Palla a noi e 20 secondi da giocare: time-out obbligatorio per riordinare le idee e di nuovo in campo. Ma il nostro gioco non è fluido come dovrebbe e ci facciamo prendere dalla foga del tiro: il risultato è una penetrazione avventata che si conclude con una palla persa e i nostri avversari che segnano comodamente il + 3 in contropiede.
Pessimo venerdì sera…
Smaltita la batosta, la settimana dopo siamo in quel di Riva per cercare di cancellare lo zero alla voce vittorie. L’inizio del match è positivo, ma ben presto ci rendiamo conto che non sarà una serata memorabile, pur giocando bene sbagliamo una quantità industriale di tiri, sia da sotto che da fuori, e perdiamo per disattenzione troppi palloni a centrocampo. Arriviamo ad un massimo svantaggio di 8 punti, ma a 16 secondi dalla fine siamo sotto di 1 con la palla in mano: non avremmo potuto chiedere di meglio. Solito time-out, solita riorganizzazione di idee e, purtroppo, solito finale. Perdiamo subito palla, miracolosamente la riconquistiamo e scocchiamo il tiro a 3 secondi dalla sirena: secondo ferro e fuori.
Pessimo mercoledì sera…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.