Titolo: Il Gardolo a canestro in… libreria

Titolo: Il Gardolo a canestro in… libreria

erickson.gif

La Casa editrice Erickson sponsor del settore giovanile

«Il ruolo di un’azienda è sì quello di produrre e creare reddito ma anche di avere una dimensione comunitaria rispetto al territorio in cui vive e si sviluppa». Con queste parole, Giorgio Dossi presidente della casa editrice Erickson, ha voluto presentare l’accordo di sponsorizzazione della casa editrice a favore del settore giovanile del Basket Gardolo. Ieri pomeriggio, nella nuova sede dell’azienda trentina situata proprio a Gardolo, decine di ragazzi, con i vertici della società sportiva gardolotta, molti genitori e autorità istituzionali hanno voluto ufficializzare questo accordo che nella sua originalità trova pochi riscontri nella storia sportiva locale. Il neopresidente del Basket Gardolo Giuseppe Bosetti ha ricordato lo sforzo del club di reperire risorse evitando di gravare troppo sulle famiglie in un momento economico delicato. «Complessivamente il Basket Gardolo conta 160 ragazzi e su questo noi puntiamo perché è la nostra forza. Come direttivo abbiamo voluto puntare sul settore giovanile. Esso deve essere il nostro obiettivo in un progetto triennale di crescita che comporta anche un aumento di impegno da parte di tutti con tre allenamenti settimanali. Grazie alla disponibilità dei tecnici e dei dirigenti questo si è reso possibile. E grazie alla disponibilità della Casa editrice Erickson possiamo guardare al futuro con una maggiore tranquillità». Oggi reperire risorse per l’attività sportiva è sempre più difficile, ha sottolineato Franco Gozzer, ex presidente del Basket Gardolo e ieri presente in rappresentanza della Cassa rurale di Trento, «perché le aziende con il soffiare della crisi, la prima cosa che fanno è tagliare sui finanziamenti allo sport e all’attività sociale in genere». «Noi siamo “ospiti” di Gardolo – ha concluso il presidente Dossi – e come azienda ci occupiamo tra l’altro di educazione, famiglia, scuola; temi che viaggiano di conserva con lo sport giovanile e quindi ci è sembrato molto positivo instaurare questo rapporto con il Basket Gardolo proprio perché, lavoriamo in questa comunità».

(dal giornale l’Adige del 28 novembre 2009)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.