Gardolo 94 – Brunico 38

OTT
23
2016

Punti segnati

BALDO MIRKO 9
BOSETTI MICHELE 7
DALLAPICCOLA LUCA 5
RAGGI DAVIDE 6
DALLABETTA DANIEL 2
STENICO CRISTIAN 12
PERINI ALVISE 15
SACCOMAN LORENZO 6
DALPIAZ LUCA 15
MALFER MICHAEL 5
BERLOFFA RICCARDO 10
UGBEYI KESSE IJI 2

Commento:
Pronti… Via! Il BC GARDOLO del neotecnico Mattivi parte in quarta con un asfissiante pressing a tutto campo che durerà per tutti i 40 minuti di gioco.
Infatti Coach Mattivi ha molte frecce al proprio arco (una panchina lunga di ben 12 giocatori) mentre US BRUNICO può contare solamente su 7 giocatori.

Marcatura stretta, palle rubate, passaggi intercettati, rimbalzi, contropiedi, attacchi fulminei… sono state proprio la velocità e l’intensità del BC GARDOLO la chiave di volta per vincere una partita che già nel primo quarto si è decisamente indirizzata in favore dei Gialloblu.
Alla fine il tabellone decreta un impietoso 94 a 38 per i padroni di casa.

Dopo le prove poco convincenti in Coppa Trentino, i ragazzi di Gardolo volevano riscattarsi e dimostrare fin da subito che anche quest’anno hanno solo un obiettivo in mente: aggiungere un altro trofeo in via Soprassasso.

Infatti i Dodici di Gardolo hanno tutti ampiamente meritato ottimi voti in pagella! In particolare sono da segnalare alcune giocate spettacolari che hanno infiammato il Pala Gardolo:

  • il primo allungo dei Gialloblu è merito di Dalpiaz che scatta palla in mano e si arresta inaspettatamente da 3 punti segnando un canestro che ricorda molto le prodezze di Klay Thompson durante gli ultimi play-off.
  • Baldo infila un altro incredibile canestro dalla lunghissima distanza: Baldo si trova a più di 8 metri di distanza dal canestro; il difensore non lo pressa perché Baldo si trova in una posizione lontana e quindi “inoccua”; Baldo riceve palla e senza pensarci un attimo spara un parabolone che colpisce la tabella, fa mettere le mani nei “capelli” al Coach Mattivi e aggiunge 3 punti al già ricco score del BC GARDOLO.
  • Malfer segna un canestro dalla media dopo aver dimostrato come può essere utile il piede perno: tutta la panchina del GARDOLO si inginocchia davanti a una tale maestria.
  • Da sottolineare la prima apparizione del nuovo innesto Perini: si trova a suo agio in ogni posizione del campo e ruba e intercetta palloni come sa fare solo Kawhi Leonard.
  • Infine come non ricordare il magnifico contropiede di Dallabetta: passaggio a tuttocampo, ricezione difficile vicino a canestro di Dallabetta, stop, tiro di piede destro che infila la palla nel sette della porta di calcetto, fischio dell’arbitro, fallo tecnico e birre che Dallabetta dovrà portare al prossimo allenamento per la gioia dei compagni di squadra…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.