Articoli

Gardolo 71 – Basket Spresiano 74

Nell’ultima partita del campionato il Gardolo sfiora la vittoria sul parquet di casa nel ritorno dello spareggio per la promozione in Serie C; missione impossibile ribaltare il -20 dell’andata, ma i gardoloti mettono in difficoltà la forte squadra veneta, con una bella prestazione fatta di intensità e alto ritmo offensivo. Al via i gialloblu subiscono Spresiano finendo sotto di 10 lunghezza 13-23, con i punti dei fratelli Savoia per rimanere nel match; ma il Gardolo dimostra di esserci e nel secondo quarto aggiusta la mira: Trivarelli e Bertoluzza colpiscono dalla distanza e portano il Gardolo al -1 alla pausa lunga. Al ritorno in campo gli ospiti fanno valere la loro esperienza allungando nel punteggio, ma i gardoloti non mollano, le triple di Naidon e Rangoni e la precisione dalla lunetta di Valer tengono vivi i padroni di casa che sono sotto 52-60 alla fine del terzo parziale. Nell’ultimo tempo le triple di Mauro Savoia e Valer portano subito il Gardolo sul -2, difesa aggressiva e attacchi veloci portano i gialloblu sul +3 a pochi minuti dal termine. Ma qualche piccola disattenzione costa al Gardolo punti pesanti e la tripla di Spresiano a 20” secondi dal termine vale il 71-74 finale. Termina con una buona prova una lunga stagione, in cui i gialloblu hanno evidenziato una grande crescita, arrivando a giocare alla pari contro una squadra costruita per salire di categoria.

Parziali: 13-23, 38-39, 52-60, 71-74

Basket Spresiano: Pozzebon T ne, Corsi 2, Colladon 6, Cesero 11, Pozzebon M. 15, Lorenzetto 10, Schiavon 16, Dalla Villa ne, Zambon 10, Girardi 3, Conte 1, Barbon. All: Giordano

Tiri da 3 punti:
Gardolo 12 (Bertoluzza 3, Savoia F. 2, Savoia M. 2,  Trivarelli 1, Valer 1, Gambino 1, Rangoni 1, Naidon 1)
Basket Spresiano 6 (Schiavon 3, Pozzebon M. 2, Girardi 1)

usciti per falli: Lorenzetto

Basket Spresiano 82 – Gardolo 62

Nell’andata dello spareggio per la Serie C il Gardolo viene sconfitto a Spresiano. I veneti si impongono grazie alla loro fisicità, esperienza e giocatori di categoria superiore che hanno fatto la differenza in campo, dall’altra parte i giovani di Gardolo giocano troppo a sprazzi. Al via la partita è combattuta con il Gardolo che trova il bersaglio grosso ben 3 volte con Trivarelli, Naidon e Rangoni, ma i padroni di casa allungano nel finale fino al 20-11 al termine del primo quarto. Nella seconda frazione i gardoloti subiscono i veneti che arrivano al -16. La reazione trentina, grazie ad alcuni minuti di intensità e buon gioco, permette di recuperare fino al -10. Ma nel finale i trevigiani riallungano fino al 41-25 alla pausa lunga. Al ritorno in campo, nel caldissimo (soprattutto per la temperatura) campo di Spresiano il Gardolo fatica a contenere i giocatori avversari, più esperti, che trovano con costanza il canestro; in attacco i gialloblu si aggrappano ad un ispirato Naidon e ai soliti canestri di Valer che si batte nel colorato. Nell’ultima parziale i gialloblu si ritrovano: intensità difensiva e buone scelte offensive permettono di portare a referto 9 giocatori diversi, che recuperano parte dello svantaggio. Ma i padroni di casa riescono a segnare punti importanti nel colorato fino al definitivo 82-62. Domenica prossima ultimo match della stagione alle ore 18.30 a Gardolo.

Parziali: 20-11, 41-25, 63-39, 82-62

Basket Spresiano: Pozzebon T ne, Corsi ne, Colladon 6, Cesero 4, Pozzebon M. 24, Lena 5, Lorenzetto 15, Schiavon 5, Zambon 9, Girardi 2, Conte 5, Barbon ne. All: Giordano

Tiri da 3 punti:
Gardolo 9 (Rangoni 2, Valer 1, Savoia F. 1, Trivarelli 1, Gambino 1, Bertoluzza 1, Angelini 1, Naidon 1)
Basket Spresiano 6 (Pozzebon M. 4, Schiavon 1, Conte1)

usciti per falli: Gambino

Gardolo 63-Cus Trento 61 – Il Gardolo vince il campionato di Serie D!

Il Gardolo vince il campionato di Serie D! Davanti a un grande pubblico i gardoloti si laureano campioni regionali vincendo una partita al cardiopalma contro il Cus Trento. Partono bene i gialloblu di coach Caracristi che, con i canestri di Valer, Fabio Savoia e Trivarelli, chiudono il primo quarto avanti 19-11. Nella seconda frazione è sempre il Gardolo a comandare, ma gli universitari nei minuti finali riescono a ridurre il gap. Si va negli spogliatoi sul 33-26. Al ritorno in campo il Gardolo trova il massimo vantaggio 35-26, ma gli universitari con alcune giocate agganciano in pochi minuti i padroni di casa. E’ ancora Valer che da una scossa con una tripla, Mauro Savoia segna 2 canestri consecutivi che danno ossigeno ai gialloblu e una tripla in transizione del fratello Fabio tengono il Gardolo avanti 45-43 al termine del terzo quarto. Nell’ultima frazione le squadre si rispondono colpo su colpo: Trivarelli e ancora Valer trovano il bersaglio dalla lunga distanza. La precisione dalla lunetta di Gambino vale il +2 a 38”dalla sirena finale. Il Cus segna con Zago dalla distranza per il +1 a 21” dalla fine. Dopo il timeout Trivarelli trova il canestro che riporta Gardolo avanti. I gialloblu difendono bene e recuperano palla per un fallo di sfondamento. Dopo la rimessa dei padroni di casa Trivarelli va ancora in lunetta, segna il primo libero, sbaglia il secondo: il Cus prova il tiro della disperazione ben oltre la metà campo che si spegne sul fondo. Il Gardolo torna a vincere la Serie D dopo 11 anni e una serie di finali perse. Si scatena la festa, ma pensando già al prossimo impegno.

Luca Caracristi: “Questa è la vittoria di un gruppo speciale, una squadra giovane che si è messa a disposizione degli allenatori, che ha superato le difficoltà di una stagione e dei playoff senza cercare scuse, ma impegnandosi e lavorando per continuare a migliorarsi. Grazie Lorenzo, Alberto, Davide, Giacomo, Giovanni, Piero, Guccio, Gico, Fabio, Mauro, Ermanno, Thomas, Matteo, Tommaso, Damiano, Stefano, Christian.
Dedico questa vittoria a chi ci ha seguito e sostenuto tutto l’anno, a chi spende tempo e passione in questa società, a chi è cresciuto con la maglia del Gardolo, a chi la porta con entusiasmo e a chi non ha mai smesso di indossarla anche fuori dal campo, perchè il Gardolo non è solo una squadra di basket.”

Parziali: 19-11, 33-26, 45-43, 63-61

Cus Trento: Scauso 15, Bertoni, Montanarini 3, Orsi, Tonina, Zago 15, Bijedic 2, Rinaldi 15, Macciocu 11. All. Baftiri

Tira da 3 punti:
Gardolo 8 (Valer 4, Savoia F. 2, Trivarelli 2)
Cus Trento 8 (Zago 3, Rinaldi 3, Scauso 2)

usciti per falli: Macioccu, Montanarini

Cus Trento 72 – Bc Gardolo 75

Gardolo vince gara 4 e impatta nella serie. Partono bene i gialloblu che prendono un piccolo margine grazie ai canestri dalla lunga distanza di Scagliarini, Gambino e Valer, ma gli universitari reagiscono e chiudono il primo quarto sul 21-18. Il Gardolo però non molla, risponde colpo su colpo con Rangoni e Mauro Savoia e grazie ancora alle conclusioni dalla lunga distanza si porta in vantaggio sul 30-38. Questa serie di finale vive sui break e il Cus recupera chiudendo 39-38 alla pausa lunga. Al ritorno dagli spogliatoi la partita è combattuta, con un metro arbitrale poco chiaro sui contatti fisici. Le due squadre rimangono appaiate, con i gardoloti che trovano i canestri di Naidon, Valer e Gambino, fino al 55-54 al suono della terza sirena. All’inizio dell’ultimo quarto Gambino tiene i suoi in scia con 4 punti, ma il Cus allunga fino al 67-58. a 6′ dalla fine. Gambino, al rientro in campo, suona la carica: 8 punti firmati dal capitano e il canestro di Rangoni portano i gardoloti sul 72-68 a 2′ dalla fine. il libero di Naidon e il canestro nel colorato di Angelini valgono il 72-71. Ancora Gambino segna da 3 punti (per uno strepitoso 7/7 personale dall’arco) per il sorpasso degli ospiti. Nei secondi finali Angelini segna 1/2 dalla lunetta per il definitivo 72-75. Domenica sera a Gardolo l’ultima e decisiva sfida.

Parziali: 21-18, 39-38, 55-54, 72-75

Cus Trento: Bertoni, Montanarini 2, Bambini ne, Rivaroli 11, Tonina, Zago 17, Orsi, Bijedic 9, Rinaldi 14, Scauso 7, Macciocu 12. All. Baftiri

Tira da 3 punti:
Gardolo 12 (Gambino 7, Valer 2, Bertoluzza 1, Scagliarini 1, Rangoni 1)
Cus Trento 2 (Scauso 1, Rivaroli 1)

usciti per falli: nessuno
espulso: Trivarelli

RIMINI RIMINI…

11° MEMORIAL PAPINI – TORNEO MINI BASKET
28 aprile – 1 maggio 2018
Partiamo con un po’ di numeri:
5: Filippo Iobstraibizer
6: Michelangelo Chiogna
7: Mattia Ndria
8: Christian Grassi
9: Andrea Postinghel
11: Nicola Franco
13: Alessio Gilli
16: Filippo Noto
14: Matteo Chistè
17: Christian Franceschi
19: Samir Haiai
21: Massimiliano Marri
23: Alberto Scarpari
In panchina: coach Benny Baftiri – coach Stefano Prezzi – aiuto coach Kristian Ndria

*45 persone straordinarie tra giocatori allenatori famigliari e supporter
* 5 partite giocate
* 5 vittorie con 350 punti fatti e solo 58 subiti
* 2 mister capaci di unire, motivare e stimolare il gruppo
* 1 addetta stampa e alle comunicazioni improvvisata ma preparatissima
* 1400 i km fatti da Lorenzo Postinghel e coach Benny in 3 giorni per amor di squadra
* 2200 circa le persone presenti alla festa danzante organizzata per tutte le squadre
* 15 almeno le diverse cene che il cuoco Gianni ci ha rifilato anche senza averle scelte
* 12 i gradi del mare che però non hanno fermato bagni e tuffi sfrenati
* 3 i genitori che, zitti zitti, non hanno pagato da bere… (ci sarà altra occasione!)

Un torneo impegnativo e magistralmente organizzato si pensi solo alla presenza di 150 arbitri provenienti da tutta Italia.
I nostri campioni hanno dato prova di capacità affrontando Firenze, Jesi, Torino, Venezia e la finalissima con Bellaria (Bo). Le partite sono state disputate nelle varie palestre in tutta la provincia di Rimini lasciando però tempo a giocatori e genitori di godersi il primo sole e soprattutto il primo bagno della stagione sulle rinomate spiagge romagnole.
Un Grande Gruppo con un grande Cuore sia di giocatori che di genitori che di allenatori…solo così si è potuti arrivare a questo risultato. Non fermiamoci e diamoci appuntamento al prossimo torneo…pronti a scrivere un altro pezzo di storia per il minibasket Gardolo.

_ _