Gardolo 58 – CUS Trento 59

FEB
24
2015

Punti segnati

ZAMPIERO ERMANNO 0
TRIVARELLI GIACOMO 15
CASAGRANDE DANIELE 6
MOSNA MATTEO 2
GAMBINO LORENZO 9
PEDERZOLLI FEDERICO 0
LUCCHINI DANIELE 7
BERTOTTI NICOLA 5
VALER ALBERTO 11
PERENZONI LUCA 0
JOSOL JAN 3
LAZZAROTTO TOMMASO 0

Commento:
Partita di cartello quella andata in scena martedì 24 febbraio a Gardolo, tra i padroni di casa e gli universitari del Cus Trento. Partita importante sia per il primo storico arbitraggio regionale tutto al femminile (fatto già evidenziato sufficientemente dai giornali) sia per il livello delle due squadra contrapposte, che negli ultimi anni hanno dato vita a partite avvincenti e equilibrate.
Nel primo quarto però, questo equilibrio sembra non esistere più: il Cus trascinato da un Luca Zini letteralmente “in the zone” (4 triple per lui nella prima frazione di gioco) riesce subito a scavare un gap che pare irrecuperabile e lascia prevedere una partita totalmente a senso unico, data anche la cattiva serata che sembrano vivere i gardoloti in attacco che nel primo quarto riescono a segnare appena 6 punti, a fronte dei 23 degli universitari. E’ però nel secondo quarto che Gardolo inizia a giocare e a trovare il canestro con continuità. Questo, insieme ad una difesa più aggressiva e attenta sugli aiuti, permette ai gialloblu di ridurre il margine di svantaggio, andando alla pausa lunga con uno ritardo di 8 punti (25-33). Negli spogliatoi coach Tomazzolli carica i suoi ragazzi a dovere, ben consapevole che al rientro in campo gli universitari non si lasceranno sorprendere come è avvenuto nel secondo quarto, riuscendo evidentemente nell’intento, data la grinta con cui i ragazzi rientrano in campo: l’attacco è un po’ meno prolifico rispetto al secondo parziale ma la difesa è la stessa, se non ancora più aggressiva. Il parziale del terzo quarto è ancora a favore dei gialloblu che si presentano all’inizio dell’ultimo periodo con soli 3 punti da recuperare (41-44). Anche gli ultimi 10 minuti vedono un Gardolo concentrato che per un certo periodo di tempo riesce anche a portarsi in vantaggio di 3 lunghezze. Porfido però non ci sta, e con una bomba ristabilisce la parità. Gli ultimi minuti vedono i gialloblu rispondere colpo su colpo ai canestri degli universitari. Quando mancano 20 secondi il punteggio è di 55-59. Gardolo ha la palla in mano, Mosna penetra e trova un passaggio illuminante per Gambino che da sotto non può sbagliare: -2. Fallo immediato su Zago, che incredibilmente non riesce ad infilare nessuno dei due tiri liberi a sua disposizione; Gardolo prende il rimbalzo e può giocarsi le sue possibilità in lunetta con Trivarelli, grazie ad un’ingenuità degli universitari che in bonus, commettono fallo a pochissimi secondi dalla fine, per giunta lontani dal proprio canestro. Trivarelli però non li punisce, sbagliando il secondo libero a sua disposizione: la partita termina 58-59 per il Cus.
Al di là del risultato questa partita deve insegnare che la nostra squadra può giocarsela con tutti e mettere in seria difficoltà anche la prima della classe; Gardolo ha poi messo in mostra un grande cuore, riuscendo a rientrare dopo il disastroso parziale del primo periodo, vincendo i rimanenti 3 parziali. Prossimo appuntamento tra più di due settimane in casa del San Marco Rovereto.

Jack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.