Virtus Riva 65 – Gardolo 51

NOV
20
2015

Punti segnati

TRIVARELLI GIACOMO 5
CHISTÈ 0
JOSOL JAN RAVEN 8
VALER ALBERTO 10
SCAGLIARINI 1
GAMBINO LORENZO 16
MOSNA MATTEO 7
BERTOTTI NICOLA 1
RIZI GIOVANNI 0
BEVILACQUA FEDERICO 3
ASANI 0

Commento:
A causa di uno spostamento di partita da sabato 21 a venerdì 20 la nostra serie D si è trovata a giocare fuori casa in turno infrasettimanale a Riva del Garda. Lo spostamento ha fatto si che il nostro Valer potesse prendere parte alla partita assieme anche ad alcuni U20, che sabato avrebbero giocato il loro campionato di promozione.
Nonostante lo spostamento purtroppo ci siamo trovati in 11 giocatori e senza alcune pedine che si sono fino ad ora dimostrate validissime, come: Lucchini Daniele, Perenzoni Luca e Magate Sek.
La compagine rivana, che ci aveva eliminato lo scorso anno dalla corsa alla finale, quest’anno è priva delle 2 colonne portanti: Morghen e Pastori, ma è rinforzata da un lungo di talento come Bedin frutto del vivaio societario, e il play Cugola, visto a Rovereto lo scorso anno.
La partita inizia in sordina per entrambe le compagini che non riescono ad entrare in confidenza con i canestri. Dominano le difese e a causa delle poche idee in attacco da parte di tutti il primo quarto finisce con un piccolo vantaggio gardolotto: 11 a 12.
La pressione che Riva riesce a mettere in campo ci coglie di sorpresa e il secondo quarto la loro aggressività vince sulla nostra determinatezza. A causa delle basse percentuali dettate dalla pressione i nostri non riescono a reggere il colpo e il secondo quarto finisce con Riva avanti di 5 lunghezze.
Al ritorno in campo dopo la pausa lunga i ragazzi di coach Tomazzolli aggrediscono la partita e con più determinazione riescono a rubare 1 punto al parziale finendo sotto di sole 4 lunghezze.
E’ nell’ultimo quarto che riva riesce a superarci al livello mentale, la pressione portata avanti tutto l’incontro ci fa più male e noi andiamo sotto fisicamente e di concentrazione. Il tentativo di pressione sul finale ci fa capire come dobbiamo essere più duri psicologicamente e più uniti tra compagni.
Quindi, nonostante la sconfitta subita per 65 a 51, usciamo dalla palestra rivana consapevoli di avere molto su cui lavorare e questo può solo essere positivo.

Riva: Hainzl 2, Zanoni 9, Fia 10, Lever 0 , Volpi 4 , Cugola 11, Mazza 10, Bedin 13, Benedetti 0, Proch 5, Carretta 0, Finarolli 2

Tiri da 3: Riva 3 (Cugola, Zanoni, Mazza), Gardolo 3 (Trivarelli, Josol 2)

Tiri liberi: Riva: 14/20, Gardolo: 12/15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.