Gardolo 66 – Pergine 49

FEB
25
2016

Punti segnati

CHISTÈ 0
SCAGLIARINI 4
PEDERZOLLI 0
TRIVARELLI 11
BERTOTTI 10
VALER 10
GAMBINO 14
RIZI 0
SECK 11
PERENZONI 0
LUCCHINI 4
LAZZAROTTO 2

Commento:
Partita infrasettimanale quella disputata tra Gardolo e Pergine nelle mura amiche del PalaGardolo.
Nella giornata di giovedì 25 febbraio i ragazzi di Trento nord ospitano la formazione allenata da coach Aleksandar Aleksiev, la quale ancora non è riuscita a raggiungere la prima vittoria in campionato; l’Audace Pergine. La formazione valsuganotta si presenta all’appuntamento priva del play titolare Mario Allen ma con il resto dell’organico al completo, tra cui anche il grande ex dell’incontro, Daniele Casagrande. Tra le fila gardolote invece persiste l’infortunio muscolare di capitan Mosna, il quale, come per la scorsa partita contro Riva, è costretto a seguire il match dagli spalti. Recuperati invece Luk Lucchini e Luca Perenzoni.

L’incontro inizia in orario e l’arbitro Majer alza la palla a due, il primo quarto vede un Pergine agguerrito e determinato a scrollarsi di dosso il blocco delle zero vittorie. Il loro gioco sembra più fluido e la facilità con cui vanno a canestro nei primi 5 minuti di partita fa presumere un match combattuto. Dopo un canestro allo scadere del primo quarto realizzato anche grazie ad un rimbalzo offensivo fortuito, i gialli riescono a settare il risultato sul 17 pari. Coach Tomazzolli non ci sta e tra il primo e secondo quarto tira fuori tutta la sua rabbia con una sfuriata che ci fa capire quanto possiamo fare/dare di più. L’importante, dopo queste sgridate, è trovare la determinazione e rimanere comunque tranquilli. Nel secondo quarto le cose continuano a non andare come dovrebbero, forse proprio a causa dello scombussolamento mentale derivante dalla brutta partenza, riusciamo comunque a rimanere sempre in partita ma concedendo molti spazi a Pergine che è brava a sfruttarli. Battisti ci fa male con le sue incursioni e il suo tiro da 3, la sua buonissima prestazione da 17 punti (3 triple all’attivo) a fine partita aiuta l’Audace ad arrivare alla pausa lunga sul più 5.

Nel discorso di metà partita coach Tomazzolli cambia strategia e si approccia in modo più tranquillo facendo comunque trapelare della delusione rispetto alla nostra prestazione dei primi due quarti.

Questo sveglia un po’ i nostri animi e ci fa entrare più grintosi e volenterosi di fare meglio. Escludendo i primi 2 minuti ancora di assestamento, la partita inizia a prendere una piega decisamente migliore dalla metà della terza frazione, quando iniziamo a lavorare meglio in attacco producendo dei buoni assist e provando a correre di più in contropiede. Anche grazie ad una difesa più attenta riusciamo a prendere un considerevole vantaggio che ci permette di amministrare fino a fine partita, vincendo di 17 lunghezze con il punteggio di 66 a 49. Pergine mai doma come di consuetudine, probabilmente con una panchina più lunga avrebbe potuto aumentare la resistenza della propria prestazione.

Come già detto buonissima la prestazione di Battisti che con la doppia dimensione tiro-penetrazione riesce sempre ad allarmare ogni difesa mentre va vicino alla doppia cifra anche l’ex Daniele Casagrande che firma 9 punti personali.

Tra i gialli invece 5 giocatori raggiungono la doppia cifra di punti realizzati: Gambino con 14, Trivarelli con 11, Bertotti e Valer con 10 e l’altro ex, Magate Seck che con i suoi 11 punti firma una prestazione solida sia in attacco che in difesa.

Prossima partita in casa contro Piani Bolzano ancora infrasettimanale nel giorno di martedì 1 marzo.

Punti Pergine
De Paris 0, Battisti 17, Betti 2, Beber 7, Filippi 3, Orempuller 0, Roccabruna 6, Balaara 2, Casagranda 3, Gjonaj 0, Casagrande 9;

Tiri Liberi
Pergine 7/22, Gardolo 15/21

Tiri da 3
Pergine 4 (Battisti 3, Casagranda), Gardolo 5 (Trivarelli 2, Gambino 2, Bertotti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.