Villazzano A 41 – Gardolo 64

NOV
13
2016

Punti segnati

ROSSI LUCA 0
CLAUS CHRISTIAN 14
DELLAI MATTEO 17
TANI EUGENIO 0
BUFFA ROBERTO 7
OSELLO DAMIANO 11
AMBROSI GIOVANNI 5
TITON JULIAN 0
PANIZZA LUCA 8
BALDESSARI PIETRO 2

Commento:
Grandissima prestazione degli U18 di Marco “Rizzo” Paoli, che all’esordio tra le “mura nemiche” prevalgono sulla compagine locale (prevalentemente di annata ‘99) allenata da G. Bolner al termine di una gara amministrata nel migliore dei modi sia dal punto di vista fisico che mentale e naturalmente nel punteggio.

Dopo un leggero ritardo scaturito a sua volta dall’inizio posticipato della partita precedente, l’incontro del fine settimana più atteso nel panorama cestistico regionale di categoria (U18) è finalmente in procinto di incominciare.

Per quanto concerne la formazione locale, coach Bolner decide di lasciare in panchina capitan Pizzini e schiera un quintetto propenso alla difesa decisa e alla facile cattura dei rimbalzi in entrambi i lati del campo, dovuto all’inserimento di una coppia di lunghi dalle lunghissime leve (Giordani-Sartori), ben supportati da Scartezzini, Endrizzi e Cestari.

Dall’altro lato del campo invece, coach Paoli (celebre nel panorama regionale col soprannome “Rizzo”), decide di puntare sul collaudato quintetto che in precedenza aveva dato il via ai due incontri casalinghi vinti contro Rovereto e Lavis, con la sola ed unica differenza che il portatore di palla delineato è Ambrosi e non dunque capitan Dellai, il quale in partenza è esortato a giocare nel ruolo di guardia. Le due ali invece, Buffa e Osello mantengono gli stessi ruoli (rispettivamente AP e AG), mentre il lungo Panizza è tenuto a difendere gli attacchi provenienti dalla coppia di lunghi avversari.

Dopo un breve scambio di saluti tra giocatori e arbitri, la partita incomincia con la palla a due vinta da Sartori ai danni di Panizza. Sin dall’inizio, Gardolo usufruisce della buonissima vena realizzativa di Dellai ed Osello e grazie ad una difesa molto attenta e puntuale, la squadra di “Rizzo” limita la compagine avversaria portandosi sul 7-20 dopo i primi 10’ di gioco.

All’inizio del secondo quarto, complice qualche disattenzione di troppo nell’approccio difensivo, coach Paoli rileva Buffa, autore di ben 3 falli nei primi 16’ di gioco e decide di fare esordire il giovane Christian Claus, miglior realizzatore e punto fermo dell’U16 allenata da Fabrizio. La scelta di “Rizzo” si rivela essere la migliore soluzione per impensierire la difesa avversaria, la quale inizia ad accusare la voglia e la caparbietà di questa mina vagante che unita alla determinazione di tutta la squadra, costa a coach Bolner la chiamata di entrambi i time out a sua disposizione. La squadra locale in risposta, grazie a delle soluzioni personali di Pizzini (8) e allo strapotere fisico di Sartori (13), si aggrappa al risultato e termina il quarto sotto di 19 punti. Alla pausa lunga il tabellone luminoso segna 16-35.

In spogliatoio coach Paoli analizza brevemente la disputa dei primi due quarti, sottolineando le buone trame in entrambi i lati del campo ma nonostante ciò fa mantenere alta la guardia in vista dei decisivi e rimanenti 20 minuti di gioco, dal momento in cui ci si aspetta la pronta reazione di Villazzano.

Nel corso del 3° periodo, la partita si accende improvvisamente: Villazzano aumenta la pressione difensiva e tenta di impensierire Gardolo sfruttando la freschezza della rosa a disposizione di coach Bolner. Il tentativo di rimonta però, resta solo una forte utopia dal momento in cui Gardolo, forte di una buona maestranza nella gestione del pallone, amministra il vantaggio e complice la chiamata di un fallo antisportivo ai danni di Giannini con conseguente trasformazione di Buffa (2/2 in lunetta e 7 in totale per lui), e la chiamata di un fallo tecnico a Giordani, mantiene la giusta freddezza e si porta sul rassicurante punteggio di 32-53.

A questo punto la partita è completamente nelle mani della squadra ospite, la quale disputa un 4° periodo di normale amministrazione e può così beneficiare della terza vittoria in altrettanti incontri disputati e permette il primato in classifica in precedenza condiviso proprio con Villazzano “A”.

La partita termina 41-64.

Complessivamente ottima applicazione del team ospite, il quale fin dalle prime battute ha messo in evidenza una buona trama di gioco offensiva e ha mostrato una ottima intesa a difesa del proprio canestro, limitando in modo vigoroso la squadra avversaria, mettendo in risalto inoltre il reale concetto di “squadra”, nei termini di cooperazione, fiducia e disponibilità verso il proprio compagno, valori non sempre espressi nel modo migliore nel corso degli allenamenti.

Singolarmente ancora una eccezionale prova di capitan Dellai, che seppur sofferente al ginocchio nel corso del 2° tempo, mostra tutto il suo talento offensivo (17) con buoni sprazzi anche dall’altro lato del campo. Sugli scudi inoltre Damiano Osello, autore di 11 punti e ben 6 stoppate, sinonimo di ottima dedizione e cattiveria agonistica nel lavoro difensivo; e il sopra citato Christian, autore di 14 punti e una buona percentuale al tiro.

Nel corso della settimana, eccetto il lunedì dedicato in misura maggiore alla visione di Dolomiti Energia Trentino-Manital Torino, bisogna proseguire il lavoro fin qui sperimentato in allenamento e ben svolto nel corso delle partite, in vista dell’impegno casalingo di sabato 19 novembre alle ore 15.45, nel quale ospiteremo il Basket Pergine. Ancora una volta fino alla fine forza… Gardolo!!!

P.s: Dato l’esordio più che convincente, è ormai evidente come Christian sia il favorito a portare le paste al primo allenamento disponibile, rispettando a pieno le usanze tipiche del gruppo U18.

Roby

Villazzano: Giannini 4, Forti 6, Saltori 0, Cestari 0, Tomasi 0, Meneghini 6, Endrizzi 0, Scartezzini 0, Pedrotti 0, Giordani 4, Pizzini 8, Sartori 13. All. Bolner.

Tiri da 3: Gardolo 0, Villazzano 1 (Forti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.