IV Edizione Torneo “Città di Pergine”

Venerdì 30 dicembre 2016

L’under 18 di Marco “Rizzo” Paoli ha partecipato alla IV edizione del torneo “Città di Pergine”. Oltre al Gardolo hanno partecipato la squadra locale del Basket Pergine, Rovereto e Villazzano “B”. La formula del torneo prevedeva due semifinali: Pergine-Rovereto alle ore 9 e Gardolo-Villazzano alle 11 mentre le rispettive finali 3-4 e 1-2 posto nel pomeriggio.

Nel primo incontro i padroni di casa di Pergine giocano a sprazzi e dopo dieci minuti Rovereto conduce 12 a 18. Nel secondo quarto esce tutta la voglia della squadra ospitante di arrivare in finale, Pergine piazza un parziale di 28 a 6 che le permette di condurre sul 40 a 24 alla pausa lunga. Nel secondo tempo Rovereto tenta il tutto per tutto per rientrare in partita: blocchi ciechi, tiri da 3 e zone-press. Questo permette ai ragazzi di coach Paissan di avvicinarsi nel punteggio; all’ultima pausa il tabellone dice 57-47. Negli ultimi 10 minuti Rovereto tira fuori tutte le energie rimaste per ricucire lo strappo, ma non basta, è Pergine ad aggiudicarsi il primo match con il punteggio di 63-57.

La seconda semifinale vede BC Gardolo contro Villazzano “B”. Entrambe le squadre si presentano a ranghi ridotti, 8 giocatori iscritti a referto per Gardolo e 10 per Villazzano. La partita inizia e le canotte giallo-blu impongono il proprio ritmo, alternando rapidi contropiedi ad azioni più ragionate per trovare buoni scarichi. Il tutto, unito ad una difesa molto intensa, si traduce in un 21-5 al termine del primo quarto. Nei secondi 10 minuti Gardolo trova il canestro con continuità, ma in difesa cala vistosamente e subisce tutta la voglia e la grinta di un Villazzano che vuole ben figurare contro i gardoloti, attuali capoclassifica in campionato. Il quarto si chiude con un parziale di 20 a 15 per i giallo-blu e si va al riposo col punteggio di 41-20. Negli spogliatoi coach Paoli striglia i suoi esigendo più coesione e attenzione in difesa. Purtroppo le sue parole rimangono all’interno di quelle 4 mura e al ritorno in campo Gardolo riesce a fare ancora peggio del quarto precedente. In difesa tutti vengono saltati con troppa facilità e gli aiuti non arrivano, mentre in attacco sono pochi i tiri costruiti con un buon gioco, infatti ci si affida a soluzioni personali tutt’altro che efficaci; il parziale è un giustissimo 6-10 per Villazzano. Nell’ultimo quarto finalmente i gardoloti ritrovano intensità e concentrazione su entrambi i lati del campo e il risultato si fissa su un comunque netto 65-39 (18-9 il parziale). Da sottolineare la prestazione di Marco Iobstraibizer che mette a segno ben 2 triple.

Gli accoppiamenti per le finali sono dunque Rovereto-Villazzano per il 3-4 posto e Pergine-Gardolo per il 1-2, ma prima di tornare in campo siamo invitati a mangiare al palazzetto del ghiaccio dell’Hockey Pergine!!

Nel pomeriggio si inizia alle 15 con la “finalina” valevole per l’ultimo gradino del podio. Come detto a scontrarsi sono Rovereto e Villazzano.
Alla palla a due Villazzano si dimostra più vogliosa di vincere trascinato da Cunial (20 per lui a fine partita) e chiude il primo quarto avanti 18-22. Nella seconda frazione il divario si fa ancora più ampio e alla pausa lunga il punteggio è 32-45. Nella seconda metà si vede un Rovereto rinvigorito e sotto le precise istruzioni impartite da coach Paissan riesce a recuperare e a portarsi ad un solo possesso di distanza alla fine del terzo quarto (52-54). Nell’ultimo parziale Rovereto si dimostra più lucido in attacco e chiude la partita sul 75-64.

Alle 17.00 è tempo di finalissima. A giocarsi il primo posto sono il Basket Pergine di coach Delibori e il BC Gardolo di coach Paoli. Dopo poco più di mezz’ora di riscaldamento la partita inizia. La formazione locale schiera Zavarise, Xausa, Betti, Slanzi e Jonay mentre gli ospiti si affidano ad Ambrosi in cabina di regia, Dellai e Buffa ai suoi fianchi sull’arco dei 6.75, Titon e Panizza per dare fisicità e poter contrastare i due lunghi avversari. L’arbitraggio è affidato a Rolon e Moser. Al via la partita si dimostra combattuta, segno che entrambe le squadre vogliono vendere cara la pelle. Gardolo prova ad attaccare attraverso circolazione veloce di palla e frequenti ribaltamenti sapendo che il margine di errore al tiro dovrà essere minimo, in quanto paga molto in termini di centimetri a rimbalzo. Pergine dal canto suo si affida ad un gioco fatto di blocchi per smarcare i propri tiratori o giocare spalle a canestro. Nessuna delle due squadre riesce a costruirsi un vantaggio importante e alla prima sirena il punteggio è 10 a 13 per Gardolo. Nella seconda frazione i giallo-blu trovano più continuità in attacco, ma Pergine non demorde e riesce a trovare canestri importanti, tra i quali una bomba di Zanella. Questo gioco permette di rimanere vicini nel punteggio. Al termine dei primi 20 minuti di gioco Gardolo conduce 27-35. Dalla pausa esce un altro Pergine, più concreto sia in attacco che in difesa trascinato anche da un pubblico “infuocato”. Gli ospiti patiscono la stanchezza dovuta alla panchina corta, con un parziale di 19-13 per la squadra di casa, subiscono il ritorno dei perginesi. Coach Paoli nota la fatica nei suoi giocatori, ma li invita a non mollare e a giocare di squadra. Le parole del coach arrivano ai suoi, i quali rientrano in campo vogliosi più che mai di portare a casa la vittoria. Anche Pergine rientra con la stessa grinta e riesce ad agganciarsi sul 55 pari con la tripla di Betti a 8 minuti dalla fine. Gardolo non ci sta e raccogliendo le residue energie di ogni singolo giocatore, stringe le maglie in difesa e ritrova le giuste spaziature in attacco mettendo a segno un parziale di 4 a 12 che fissa il punteggio sul 59-67 finale. Questo sforzo finale consegna alla squadra di coach Paoli una soffertissima, ma decisamente meritata vittoria. Per i singoli, “solita” prova di Dellai che mette a segno ben 20 punti confermandosi top scorer della squadra, dopo di lui buona prova anche per Buffa con 11 personali.

In una partita in cui si può contare solo su 8 giocatori a referto, un grande riconoscimento va a tutta la squadra che unendosi è riuscita a gestire la stanchezza soprattutto nei momenti difficili.

Per i gardoloti si chiude quindi la prima parte di stagione con un en plein di 9 vittorie in 9 partite fra campionato e torneo.

Dopo la bella finale disputata si è svolta la premiazione con Zavarise, guardia del Basket Pergine, premiato come MVP del torneo e la consegna della coppa alle squadre partecipanti.
Come B.c. Gardolo 2000 si ringraziano il Basket Pergine per l’invito e l’organizzazione, gli arbitri e gli addetti al referto.

Buon Anno a tutti!
Giovanni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.