Gardolo 68 – Charly Merano B 66

FEB
23
2017
Punti segnati

ROSSI LUCA 0
DELLAI MATTEO 23
TANI EUGENIO 6
VERONESI FABIO 2
BUFFA ROBERTO 12
OSELLO DAMIANO 6
AMBROSI GIOVANNI 6
CLAUS CHRISTIAN 11
TITON JULIAN 2
PANIZZA LUCA 0
Commento:
Vittoria al cardiopalma quella conseguita dai ragazzi U18 di Marco “Rizzo” Paoli, i quali al termine di una partita gravosa dal punto di vista fisico e mentale prevalgono sulla giovane compagine meranese allenata da Coach Schulderbacher.

Dopo un intenso riscaldamento e un breve ma conciso discorso di apertura, le due squadre sono pronte per scendere in campo al fine di dare il via alla 2a giornata della seconda fase del campionato regionale U18.

Gardolo schiera il collaudato quintetto iniziale composto da Ambrosi in cabina di regia, Dellai in veste di tiratore, le due ali Buffa e Osello e il centro di razza Panizza.

Dall’altra parte del parquet Merano entra in campo con Lorenzi, Reolon, Cinus, Golinelli e Zambarda.

A questo punto la partita può finalmente iniziare.

L’analisi della partita:

Trascinata offensivamente da Buffa e Dellai e difensivamente da Ambrosi e Osello, Gardolo infila un parziale di 10-0 nel corso dei primi 4’ di gioco che consente alla squadra di ottenere maggiori certezze ambo i lati del campo nonché ridurre l’entusiasmo della compagine avversaria.

Al rientro in campo dal timeout chiamato dalla panchina meranese, la partita si equilibra in modo significativo in confronto all’inizio scioccante inferto dai padroni di casa ai canguri, ma la pressione di Gardolo rimane incessante tanto da chiudere il primo parziale sul 18-11.

Nel corso del secondo quarto i canguri, trascinati da capitan Lorenzi e Cinus, sistemano il risultato, tanto da portarsi in alcune occasioni in vantaggio. D’altro canto Gardolo pur soffrendo terribilmente le incursioni di Lorenzi, riesce a rispondere colpo su colpo, terminando il parziale 15-19.

Le due squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 33-30 in favore dei ragazzi di Gardolo.

Nel corso del terzo quarto si possono rilevare tre partite all’interno dei 10 minuti di gioco. L’inizio è prettamente in favore di Charly Merano, la fase centrale è contraddistinta dalla rimonta gardolota, mentre l’ultima fase rappresenta il tentativo di allungo da parte della compagine ospite e la contro risposta grintosa dei padroni di casa. A questo punto della gara il tabellone luminoso del Centro sportivo Trento Nord segna 48-50; in altre parole, una partita priva ancora di vincitore e tutta da vivere per i numerosi tifosi accorsi al palazzetto.

Come successo nel corso dei precedenti 30 minuti di gioco, anche nel corso dell’ultimo e decisivo parziale le due squadre danno in scena un confronto botta e risposta, nel quale verosimilmente la squadra che commetterà meno errori si aggiudicherà la vittoria della partita.

Al 39’ il tabellone luminoso segna 63-63.

A questo punto viene fischiato un fallo in favore dei canguri, in cui Lorenzi fa registrare un 1/2 dalla lunetta, lasciando spazio alla possibilità di sorpasso da parte dei padroni di casa.

Dopo una serie di errori dal campo, a 17” dal termine, Osello subisce un fallo e mantenendo i nervi saldi, segna un preziosissimo 2/2 dalla lunetta che permette a Gardolo di portarsi sul +1.

La risposta dei canguri non si fa affatto attendere: grazie ad una rimessa veloce, Lorenzi scardina la difesa gardolota, infilando un appoggio che vale il +1 dei canguri, quando ancora mancano appena 9” al termine.

Come recita il celebre detto popolare “la speranza è l’ultima a morire”: coach Paoli, pur esortato da alcuni interpreti, decide di non chiamare il suo ultimo time out a disposizione, scegliendo dunque di ripartire con una rimessa da sotto canestro. La sua scelta alla fine si rivela vincente.

La rimessa viene effettuata da Claus, il quale fornisce ad Ambrosi il compito di oltrepassare la metà campo difensiva. Quest’ultimo scarica il pallone ad Osello, il quale grazie ad un’ottima visione di gioco, ruota perfettamente il perno servendo il non marcato Dellai, il quale con appena 1” da giocare, senza pensarci due volte fa partire una traiettoria dalla linea dei 3 punti che si infila nel canestro, facendo esplodere di gioia la panchina.

Coach Schulderbacher chiama immediatamente time out in modo da disporre della rimessa dalla tre quarti campo offensiva. Pur con una forte pressione difensiva, Lorenzi, autore di una prestazione mostruosa da 38 punti, riesce a ricevere e tirare ma il suo tentativo si spegne sulla parte più sommitale della retina, regalando così il successo alla formazione locale.

La partita si conclude 68-66.

Complessivamente buona prestazione della squadra, la quale ha saputo soffrire nel corso della gara e ha saputo estrapolare tutta la determinazione e la voglia di vincere negli attimi decisivi dell’incontro. Permangono lacune in particolar modo dal punto di vista difensivo ma senz’altro la squadra, anche grazie alla visione delle riprese, proseguirà a lavorare con lo spirito giusto nel corso delle sedute in palestra.

Singolarmente grandissima prestazione del capitano Dellai, autore di 23 punti e del canestro decisivo. Buone prestazioni per Buffa, sebbene all’occorrenza passivo in fase difensiva ma autore comunque di 12 punti, Osello, meno preciso del solito in fase offensiva ma indispensabile in fase difensiva, e del giovane Claus, oltre alla buonissima regia di Ambrosi.

Prossimo appuntamento, lunedì 6 marzo presso la Palestra della scuola media Fermi di Bolzano, nella quale affronteremo US Piani.

Fino alla fine forza Gardolo!

Roby.

Charly Merano B: Battisti NE, Reolon, Cinus 17, Erschbaumer NE, Giaquinta, Zambarda 4, Lorenzi 38, Receku NE, Bonanno, Ndiaye NE, Golinelli 7. All. Schulderbacher.

Tiri da 3: Gardolo: 2 (2 Dellai), Charly Merano B: 7 (6 Lorenzi, Cinus)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.